Articoli   Vetrina  Aziendale  Lavoro  Offresi  Area Download

Return home page 

 
il Notiziario dello Studio Frasson
Gennaio 2017 Il nuovo contesto del mercato italiano: profitto solo per lo stato
  Gentili lettori,
ora vi illustro l'attuale modello economico di questa Italia anni 2017.
Il modello di fare impresa in Italia vede coinvolti molteplici portatori di interesse, ossia:

La proprietà, i dipendenti e personale, i clienti, i fornitori e lo stato.

Ogni parte interessata ha delle aspettative, la proprietà si aspetterebbe di avere un utile e una continuità di utile coerente con l'investimento realizzato, i dipendenti si aspetto sicurezza e crescita professionale, i clienti e i fornitori si aspettano di vedere soddisfatte le proprie obbligazioni contrattuali ed infine lo stato di aspetta un contributo fiscale per la collettività.

In linea di massima tutto corretto, ma se andiamo ad analizzare il PESO della ripartizione delle aspettative troviamo disarmante il modello italiano.

Il profitto non esiste più, poiché è assorbito al 70% dal contributo fiscale e previdenziale, ma se ci mettiamo la perversa politica degli acconti fiscali per l'anno in corso e non ancora terminato, il contributo fiscale arriva ad oltrepassare il 100%-105% delle risorse destinate a utile.

Se la proprietà non avesse un contratto di remunerazione assimilabile al dipendente, quali un compenso amministratore o una forma alternativa ma uguale nella sostanza, si troverebbe nella situazione di rischiare, lavorare, intraprendere per ZERO o SOTTOZERO, premio aziendale.

Chi ha una certa cultura e preparazione economica, ha già capito da tempo che è conveniente smettere di lavorare e rischiare, per trasferirsi all'estero in paesi civili, o inserirsi fra i lavoratori della macchina statale o di quel welfare assistenziale, sempre garantito in Italia.

Mentre chi non ha questa preparazione, ma è figlio di un retaggio culturale che vede nel lavoro autonomo ed imprenditoriale, una propria dignità e missione per creare un mondo migliore, è letteralmente fregato. E' il nuovo martire , che sopporta i sacrifici di tutti per non chiedere nulla per se, nemmeno un grazie dalla collettività, ma è pure ad alto rischio di venire falcidiato e schiacciato dai sempre più fraudolenti e sistemici accertamenti fiscali.

Non affronto l'argomento per specificare chi rientra nel concetto di collettività, poiché potrei fortemente turbavi, vi accenno solo che la maggior parte di collettività è costituita da improduttivi statali, con creazione di valore ZERO, e improduttivi senza alcuna voglia di essere inseriti nel sistema produttivo, fosse anche il semplice volontariato....ma questa è un'altra storia.

Il nuovo modello di eccellenza italiana è: IMPRENDITORE MARTIRE , peccato che il modello non stia avendo particolare successo, e il buon senso dovrebbe farci chiedere ... ma fino a quando????

Fino a quando, esisterà un sistema che non consente a tutti gli attori coinvolti di avere la propria quota in proporzione all'impegno investito, l'Italia avanzerà rapidamente in un circolo vizioso destinato alla disintegrazione dell'intero sistema...un'auto distruzione dove tutti perderanno, stato compreso!!!

Ecco la semplice soluzione per fare ripartire questo paese, tutto molto semplice, premiare l'impegno, premiare il rischio, premiare il merito, poi tutto si aggiusta.....ma forse è troppo semplice...in questo paese dove l'orientamento divulgato è concepire la ricchezza, una colpa, il successo ,una vergogna......e la COLLETTIVITA' (di improduttivi) un valore sacro e un dogma non discutibile.

 

Gennaio 2016 Il Mercato ci chiede di migliorare:  LA FIGURA DEL RESOLVER
  Il 2016, sembra essere un anno decisivo per l'imprenditoria radicata in italia, un insieme di fattori ( casuale alcuni e congiunturali altri) hanno creato il contesto per affrontare nuove sfide ma soprattutto nuove opportunità.

Il mercato è diventato più esigente e maggiormente regolamentato, in altre parole più complesso. Tradotto in operatività, si sono alzate le barriere all'ingresso, barriere costituite da competenze sempre maggiori in tutti i campi, economiche, legali, normative e fiscale.

L'imprenditore non può essere più solo custode della propria maestranza, ma è deputato ad avere specifiche competenze altamente qualificate su più discipline a corredo del proprio business!

Il mercato chiede alla classe imprenditoriale di essere tuttologa?....diciamo di SI!

Ma come acquisire un know how specialistico e alla velocità che chiede il mercato?

La soluzione punta su due versanti complementari:

1) L'autoaggiornamento costante come regola di vita: mai come oggi è possibile accedere alle informazioni in maniere rapita e puntuale con l'accesso a internet. I siti istituzionali dedicati ai mutamenti legislativi, normativi sono abbondanti e rapidi da consultare.

2) Scegliere un consulente preparato, capace di tradurre in soluzioni semplici e praticabili le nuove barriere del sapere: l'autoaggiornamento non è sufficiente, ossia è solo il primo passo per arrivare pronti alla conoscenza delle notizie calde, ma poi occorre affidarsi ad uno specialista di settore altamente qualificato. Ovviamente deve cambiare anche l'approccio con il consulente, poiché questo deve essere visto come un "magister" capace di trasmettere conoscenza in modo efficace ma soprattutto efficiente. La conoscenza deve diventare patrimonio aziendale ed essere ammalgamata alla maestranza del prodotto e del business, non può essere vissuta come una funzione esterna all'impresa, ossia un semplice funzione in staff come la tradizione passata.

Sottolineo comunque che anche il consulente deve essere altamente qualificato, la semplice specializzazione di settore non è sufficiente, ma anche al consulente vengono richieste competenze interdisciplinari ad un elevato livello di dettaglio.

Tutti i consulenti oltre alla propria specializzazione, devono essere:

- degli ottimi informatici, poiché sull'informatica si basa il requisito di base della velocità, dell'efficienza e pertanto del contenimento dei costi,
- degli ottimi aziendalisti, poiché non si può entrare in azienda senza conoscere le regole di base nelle quali si inquadrano le dinamiche economiche e finanziare e senza comprendere che sul profitto di impresa si fonda la prosperità e la continuità di un'organizzazione
- degli ottimi fiscalisti, poiché ogni scelta operativa ha un impatto anche fiscale, e questo deve essere calcolato e noto
- degli ottimi comunicatori, poiché senza l'arte della maieutica non è possibile trasmettere conoscenza

Su questo nuovo concetto di competenze di base, inauguriamo oggi, la nuova figura professionale a cui noi dello studio frasson ci ispiriamo.....noi non siamo semplici consulenti.....noi siamo dei "RESOLVER", formati ed addestrati per trovare la tua soluzioni d'impresa.

Concludendo il nostro nuovo motto per il 2016 sarà:

"CONSULENTI? NO GRAZIE, SOLO RESOLVER"

 

Gennaio 2012 IL successo continua...nascono nell'ordine:
image_utenza_installatore Su grande richiesta delle categorie delle imprese artigiane del veneto, visto l'enorme aiuto di AUTOMOTIVE & DIAGNOSTIC, nella gestione aziendale, lo Studio Frasson, ha sviluppalo i seguenti software che saranno diffusi su tutto il territorio veneto a cura di CNA VENETO, CONFARTIGIANATO VENETO, CASA ARTIGIANI VENETO:

1) COST CLEANER: il software per il calcolo del costo orario per il settore delle PULITINTOLAVANDERIE

2) RIVELATOR:  il software per il calcolo del costo orario per il settore degli INSTALLATORI

3) THE BUILDER: il software per il calcolo del costo orario per il settore delle IMPRESE EDILI

4) CRISPINO: il software per il calcolo del costo orario per il settore dei CALZOLAI

5) CRISPINIANO: l software per il calcolo del costo orario per il settore dei TOMAIFICI

 

Gennaio 2012 Certificazione di UPA SERVIZI spa
  L'Upa Servizi spa, la più grande associazione di categoria del veneto ottiene la certificazione ISO 9001 con il supporto e le consuenza delle Studio Frasson

 

Febbraio 2011 Progetto DIAGNOSTIC
in seguito al successo dell'iniziativa Progetto Automotive, è stato proposto il progetto Diagnostic, ossia l'elaborazione di un software finalizzato a calcolare il calcolo del costo orario aziendale nel settore del comparto delle aziende nelle lavorazioni meccaniche di precisione. Il progetto ha visto il coinvolgimento delle associazioni di categoria EBAV, CNA VENETO, CONFARTIGIANATO VENETO, CASA ARTIGIANI VENETO. Il software sarà distribuito gratuitamente a tutte le aziende associate, e saranno proposti sul territorio corsi di formazione .
   
Gennaio 2010 Progetto Automotive

Lo studio Frasson è stato selezionato dalle associazioni di categoria del comparto artigiano della regione veneto per la realizzazione del progetto automotive. Il risultato del progetto ha visto la realizzazione di un software innovativo per consentire ad ogni singola azienda di auto calcolarsi il proprio costo orario aziendale.
 Il carattere innovativo del software deriva essenzialmente dai seguenti requisiti
1)     Facilissimo da usare
2)     Universale : Applicabile a tutti gli autoriparatori
3)     Applicabile anche da autoriparatori con una sola figura lavorativa
4)     Preciso
5)     Capace di calcolare con pochissime imputazioni di dati il costo orario aziendale
6)     Capace di definire molteplici obiettivi economici coerenti con le proprie risorse per creare un supporto alla direzione nella scelta di decisioni strategiche
7)     Capace di calcolare molteplici indici economici per creare un valido supporto alla direzione per il controllo della gestione della propria impresa
 La necessità di elaborare uno strumento di supporto per la categoria, deriva essenzialmente, dalla volontà dell’associazione, di sostenere l’imprenditore nello sviluppo di una gestione consapevole, fondata su una valutazione razionale dei problemi d’impresa, poiché in un regime di libertà di mercato in continua espansione ed evoluzione, ma soprattutto alla luce dell’attuale e difficile contesto di mercato, le imprese non possono più permettersi di fare affidamento a tariffe imposte o decise collegialmente, senza aver prima valutato il proprio costo aziendale interno e quindi la propria forza e capacità competitiva.
Solo attraverso la misura delle proprie capacità distintive sarà possibile calcolare in modo autonomo e ragionato il proprio utile di’impresa per garantire una solida prosperità e continuità nel tempo della propria azienda.

  Certificazione di UPA e UPA SERVIZI DI PADOVA  
Ottobre 2009 Lo studio Frasson è stato selezionato per la consulenza finalizzata all'ottenimento della certificazione della prestigiosa associazione di categoria UPA di Padova appartenete al sistema di Confartigianato
  Usciti i Risultati della legge 3/97  
Giugno 2009 Ancora una volta lo studio Frasson è lieto di annunciare ad i propri clienti l'approvazione totate e completa di tutti i progetti presentati
  Test di autovalutazione di Buona gestione aziendale  
Gennaio 2009 Scarica ora il test di autovalutazione e verifica se pratichi la buona gestione aziendale o hai dei margini di miglioramento....

Download TEST AUTOVALUTAZIONE

 

Divertondoti, utilizzarai in ogni caso au approccio autocritico finalizzato a migliorae il controllo della gestione della tua azienda
Gennaio 2009 Scuola d'impresa in azienda  
Gennaio 2009

Dopo oltre 10 anni di attività di consulenza aziendale svolta sempre ed esclusivamente presso le sedi delle aziende clienti in materia di qualità sia di sistema che di prodotto, posso con precisa e ferma cognizione di causa affermare che le piccole e medio aziende, in particolare le aziende artigiane manifestano con sempre maggiore forza l’esigenza di avere un supporto, una guida, o alla vecchia maniera un “maestro” che gli insegni “La Buona Gestione Aziendale”.
In particolare la domanda, non è inerente alla maestranza tecnica, ma è inerente a quali sono le nozioni e gli strumenti che un imprenditore deve conoscere e dominare per fare impresa, per controllare la propria gestione economica, finanziaria, e soprattutto quali sono le cose da fare per gestire la propria quotidianità al fine di tenere tutta l’operatività sotto controllo.

Per ricorrere al linguaggio delle metafore, spesso le piccole e medie imprese, possono equiparasi a delle macchine da corsa, ma se tali macchine non hanno degli adeguati strumenti di bordo per dosare e gestire la potenza del motore, i consumi di carburante, le manutenzioni e gli organi di trasmissione, rischiano di fare incidenti, poiché possono diventare “bolidi” impazziti capaci di creare solo disastri.
Purtroppo ad oggi non esiste alcun corso scolastico o di studio che ti insegni a vedere l’azienda come un insieme ordinato di processi la cui gestione necessità di strumenti progettati su misura per le esigenze di ogni singola identità aziendale. La preparazione universitaria in ambito economico ed aziendalistico non prende neppure in considerazione l’organizzazione aziendale come disciplina economica che scende ad un elevato livello di dettaglio per esaminare le esigenze della piccola e media impresa ma rimane ancorata solamente alla letteratura e ad accademici lontani anni luce dal mondo del lavoro e dalla microeconomia reale.

Gli stessi corsi di formazione, oramai diffusimi e promossi sia da istituzioni che associazioni, rimangono in un limbo didattico, senza una reale e veloce applicazione, poiché sovente gli stessi formatori, sono “solo” formatori, e non anche imprenditore capaci di insegnare a fare l’imprenditore; solo un imprenditore può parlare il linguaggio di un imprenditore. Alla luce di questo “gap” didattico, le imprese artigiane si sono spesso dovute arrendere all’improvvisazione organizzativa dando risposte alle contingenze che si rilevano nella quotidianità lavorativa, ossia sviluppando per necessità una serie di strumenti che rimanevano isolati e non realmente organici all’azienda. Sempre ricorrendo alla metafora dell’autovettura, si sono improvvisati piloti, senza prima aver fatto la scuola guida ed ad aver imparato il codice della strada…..appare evidente che guidare in queste condizioni non è assolutamente sicuro. Questo scenario è evidente in prima analisi agli imprenditori stessi, che identificano nella propria organizzazione, il vero ambito sul quale poter costantemente migliorarsi, sia per assicurare la sopravvivenza stessa all’azienda e sia per poter gettare delle solide basi al fine garantire una continuità anche generazionale dell’impresa di famiglia. Su queste considerazioni sintetiche, per dar seguito a questo reale bisogno, ho sviluppato un progetto didattico, disegnato ad arte sulla piccola e media impresa, per condividere il capitale intellettuale ed il know – how della mia società di consulenza (anch’io sono quindi un imprenditore) nato e coltivato nel corso della gestione di oltre 500 casi aziendali risolti con pieno successo in 10 anni di attività su 42 differenti settori merceologi distribuiti sull’intera Penisola Italiana con una distribuzione dell’ 80% di aziende sotto i 15 dipendenti, del 15% di aziende fra i 15 e 50 dipendenti e del 5% di imprese oltre i 50 dipendenti

  FORMAZIONE    
Nuovo esempi da scaricare 2009

LE TECNICHE DI COLD READING (corso in bozza) applicate alle tecniche di vendita

È una tecnica che si impara solo con la pratica, ma dopo qualche settimana di allenamento (leggendo magari le carte da una bancarella a Brera oppure stringendo le mani e baciando elettori in provincia) uno scaltro "lettore" può riuscire a creare l'illusione di saper fare miracoli...
 

Nella dispensa da scaricare sono riportati 11 punti fondamentali su cui si basa la tecnica; nelle descrizioni faccio riferimento soprattutto a maghi e medium, ma leggendole ricordate che funzionano altrettanto bene per chiunque voglia sedurre il prossimo I SEI FATTORI DI VITALITA' DI UN'ORGANIZZAZIONE: LE VARIABILI INTANGIBILI
Chi gestisce un’organizzazione può conseguire gli obiettivi voluti se oltre all’analisi dei risultati economico-finanziari, che forniscono un’immagine a consuntivo delle performance aziendali, tiene sotto controllo anche gli aspetti intangibili che ne rappresentano la vera base competitiva e ne misurano la validità nel tempo. In questo corso verranno trattati proprio questi aspetti soft, quali :
1.       la capacità di innovare,
2.       l’immagine aziendale,
3.       la corporate identity,
4.       il capitale intellettuale
5.       l’”energia” delle risorse
6.       e la customer satisfaction,
 in grado di misurare la vitalità di un’organizzazione, e quindi prevedere con largo anticipo il momento in cui sarà necessario attivare un processo di cambiamento. Il corso sarà supportato da dispense didattiche informative e da rappresentazioni video.
Progetto "Franchising Q" - Aperte le selezioni in tutta italia

Gennaio 2008
 

 Vuoi di diventare un consulente per la Qualità ?
- Vuoi immergerti nelle problematiche aziendali per trovare e rivendere le soluzioni?
- Vuoi accompagnare le aziende all'ottenimento della certificazione UNI EN ISO 9001:2000?
Ti manca il Know How?

- Non sai come rivenderti sul mercato?
- Non sai quali sono i prezzi di mercato?
- Non sai come orientarti fra i tanti enti di certificazione?
- Non sai delle grandi opportunità da cogliere derivanti dai finanziamenti a contributo perduto erogati dalla comunità europea?

 

DIVENTA CONSULENTE
DELLO STUDIO FRASSON
 
Forniamo:
- costante formazione e aggiornamento !!
- tutta la documentazione in formato digitale  per implementare un sistema di gestione per la qualità, orientata per settore merceologico !!
- curiamo direttamente i rapporti con gli enti di certificazione !!
- curiamo direttamente i rapporti con le associazioni di categoria presenti sul territorio nazionale !!

Chiediamo:
-
Canone trimestrale: 1000 euro per 3 anni ; dal 4 anno Canone Zero
- 10% su ogni contratto tipo e procacciato dal franchisee
- 40% su contratti con clienti forniti direttamente dallo studio frasson (franchisor)

Come richiedere informazioni
Semplicemente scaricando il seguente form e inviarlo a: info@studiofrasson.it  o al numero di fax 02 700 528 296
.....e Buon Lavoro

 

Il dott. Alessio Frasson sconfigge l'autovelox e qualsiasi rilevatore di velocità istantanea

Gennaio 2008

Incredibile, il dott. Frasson ha accettato la sfida proposta in difesa dalla associazioni dei consumatori nel dimostrare l'inattendibilità delle misure rilevati dai dispositivi autovelox utilizzati dalle forze dell'ordine.
 
Basandosi su incontestabili leggi matematiche, Frasson ha sconfitto  tutti i rilievi fatti dai dispositivi meccanici e laser di rilevatori di velocità istantanea... ...è indubbio che Frasson abbia aperto la possibilità a tutti gli automobilisti di fare ricorso ai verbali, ottenendo una sicura vittoria poiché le asserzioni del dott. Frasson si basano su leggi matematiche, pertanto scientificamente provate, incontestabili e ripetibili. Scarica ora la dimostrazione matematica e e prendi spunto su come impostare  il ricorso. Download
 
  Trasmittanza termica

Gennaio 2008

Lo Studio Frasson presenta presso le associazioni di categoria di Padova il software per il calcolo della trasmittanza termica.
 
Disponibile gratuitamente per tutti i clienti dello Studio Frasson , seguiti nel percorso di marcatura CE, il programma per il calcolo della trasmittanza termica secondo la norma UNI EN ISO 10077-1
 
Per richiedere il software di calcolo scaricare compilare il modulo Scarica e inviarlo via fax al numero 02 700 528 296 o via e-mail a info@studiofrasson.it
  IL CODICE COMMERCIALE FRASSON

In sei mesi dalla pubblicazione del Codice Commerciale Frasson 136 adesioni volontarie di distinti soggetti economici

Operativo, ufficiale e istituzionalmente riconosciuto il codice commerciale Frasson. L'adozione del codice è rivolto a tutti i soggetti che operano nel mercato e ha lo scopo di garantire chiarezza e trasparenza nei rapporti commerciali. Il successo del codice deriva dalla semplicità dei contenuti e dal fatto di essere volontario e assolutamente gratuito. L'adozione volontaria del codice consente di andare oltre il valore delle certificazione di qualsiasi ente terzo, poiché è l'azienda stessa che si fa garante di chiarezza e trasparenza, aderendo volontariamente al codice e pertanto accettando i requisiti del codice come vincoli contrattuali. Scarica ora il regolamento e il marchio del Codice Commerciale Frasson
Download
  FITOK
Promozione 2008 In diverse aree geografiche del continente americano ed europeo sono state rilevate infestazioni di organismi fitoparassitari provenienti da regioni asiatiche. Casi analoghi a ciò, hanno spinto molti paesi a definire misure di quarantena e requisiti fitosanitari per i materiali da imballaggio in legno introdotti dall’estero.
 
Di seguito riporterò il contesto che ha portato alla stesura dello standard ISPM-15 della FAO che costituisce l’attuale riferimento in materia, considerandone le implicazioni inerenti il recepimento da parte di vari Paesi e dal commercio internazionale Per saperne di più clicca qui
Lo studio Frasson è in grado di documentare e implementare un sistema di gestione fitosanitaria per l'adozione del marchio FITOK
Primo Studio Italiano che ha portato con successo piccole e medie imprese, nel settore degli imballaggi in legno, all'ottenimento del marchio FITOK.
Scarica il preventivo gratuito nella sezione delle schede tecniche
  MARCATURA CE
Promozione 2008 Attivo il nuovo servizio Marcatura CE nei serramenti, infissi  porte portoni cancelli in conformità alla direttiva 89/106 - rif normativi  EN 14351-1,  EN 13659, EN 13241-1: marcatura CE nel settore dei serramenti comprensivi delle prove di tipo per "scuri & balconi", scarica ora la dispensina informativa : clicca qui
 
Per l'offerta commerciale scarica le schede tecniche delle offerte
N.B. Le promozioni sono valide solo per le aziende dislocate nella provincia di Ferrara, Padova e Bologna.
  FORMAZIONE
Nuovo esempio da scaricare

Un Servizio eccellente è fatto di piccole, attenzioni, di cura dei minimi dettagli, ma soprattutto del modo con cui trattiamo i clienti, dal momento del loro primo contatto fino all’evasione completa del sevizio. 

La professionalità, il comportamento fanno l’immagine, ma conoscere e applicare perfettamente le procedure lavorative non significa produrre un servizio eccellente. Quando la nostra performance è solo tecnicamente perfetta, il servizio è “NORMALE” e il cliente non lo percepisce. Occorre fare qualcosa di più, saper comunicare con il cliente e stabilire con loro contatti positivi.
Scarica la dispensa:

IL SERVIZIO ECCELLENTE
  FORMAZIONE
Nuovo esempio da scaricare

L’evoluzione e l’introduzione dell’informatica nelle aziende ha avuto un grosso impatto sulla gestione pratica operativa delle organizzazione che lavorano in regime di qualità. La gestione di evidenze oggettive su classici strumenti formali, è passata con successo su software applicativi che velocizzano le operazioni e le rendono misurabili, codificabili e facilmente rintracciabili nel tempo; 
 

in particolare il programma Excel si configura come uno strumento adatto, flessibile , ed elastico per il rispetto delle procedure, ma soprattutto per l’analisi dei dati nella misurazione delle attività aziendali. Il corso si propone di mostrare le tecniche di utilizzo dei seguenti strumenti:
1 – I filtri 2 – i comandi raggruppa e struttura 3 – I comandi convalida 4 – L’utilizzo delle funzioni logiche e statistiche
EXCEL E LA QUALITA'
  CONTR0LLO DI GESTIONE
Nuovo esempio da scaricare Modello matematico in excel per l'analisi di bilancio utilissimo per la piccola e media impresa
 
  CODICE FRASSON
Evento 2007 Presentato presso le associazioni di categoria degli artigiani e degli industriali del veneto le prime linee guida per l'adozione del CODICE FRASSON
 
  PREMI QUALITA' INTERNAZIONALI
Evento 2007 E' da oltre 10 anni che il dott. Frasson si occupa di consulenza per la qualità; visita in media 2 aziende al girono, pertanto è un valido testimone per valutare quali sono le reali leve del successo imprenditoriale: la risposte hanno tutte come minimo comune denominatore la parola "ORGANIZZAZIONE", non è pensabile di immettersi sul mercato senza avere prima sviluppato una serie di competenze gestionali che consentono di dosare e misurare tulle le azioni operative dell'imprenditore e della sua azienda al fine di avere un gestione controllata lungo tutti i processi operativi. Pertanto un percorso di consulenza sulla qualità deve essere visto come un'opportunità aziendale, poiché è un momento di rivisitazione e ottimizzazione di tutti i processi organizzativi al fine di creare ordine, chiarezza, trasparenza ma soprattutto efficienza ed efficacia. Non aspettare oltre... se non vuoi perdere la competizione nazionale e internazionale del mercato, ma vuoi investire nell'organizzazione della tua azienda per attrezzarla e proteggerla da un'arena competitiva sempre più agguerrita, corri e affidati al dott. Alessio Frasson, per creare squadra e vincere
 
  PREMI QUALITA' INTERNAZIONALI
Evento 2007 la competizione sulla qualità ha inizio negli anni ’80 quando le aziende acquisiscono sempre maggiore consapevolezza circa l’importanza a fini competitivi di fare qualità, intesa non solo in termini di qualità del prodotto, ma  soprattutto qualità della gestione interna quotidiana. Sulla scia di iniziative come il Deming Prize (Giappone) ed il   Malcolm Baldrige Award (Stati Uniti) le imprese europee, appartenenti a vari settori di attività, hanno dato vita nel 1988 all’European Foundation for Quality Management, allo scopo di diffondere la cultura e le pratiche di Gestione della Qualità Totale presso le aziende europee, permettendo loro di acquisire una maggior competitività.Il 1991 ha visto il lancio dell’European Quality Award per grandi imprese, esteso poi al settore pubblico, e di recente a piccole e medie imprese ed a unità operative di grandi imprese. Ad esso sono seguiti Premi nazionali (in certi casi pre esistenti all’EQA) compreso il Premio Internazionale Qualità San Marino lanciato nel 1997 dalla Segreteria di Stato per l’Industria. Tutti i premi esistenti in Europa, hanno in comune il modello creato dall’European Foundation for Quality Management, formato da nove criteri. Per conseguire il Premio, le aziende partecipanti devono dimostrare che il proprio approccio alla Gestione della Qualità Totale ha contribuito in misura significativa alla soddisfazione delle aspettative dei propri clienti, dei propri dipendenti, degli azionisti/proprietari dell’azienda e della società nel suo complesso, per lo meno nel corso degli ultimi due o tre anni. Le aziende vincitrici dovrebbero, perciò, assurgere al ruolo di aziende eccellenti sul mercato ed a modello di riferimento per altre aziende che possono così misurare i risultati raggiunti e la propria gestione volta al miglioramento continuo. Dopo una solida esperienza in qualità di lead assessor nella valutazione delle aziende partecipanti al premio internazionale della qualità di San Marino, lo studio frasson si propone come consulente nella redazione del documento di autovalautazione per partecipare ai premi qualità nazionali e internazionali......per informazioni contatati direttamente lo studio : info@studiofrasson.it c
 

Call Center 320 6476039 / Fax 02 700 528 296
Indirizzo postale: via Palestro 50, 44100 Ferrara, Italia
info@studiofrasson.it